Archivi tag: vmware

Servizio VMware Host non parte su Windows – VMware Server 2.0

L’errore fatale nel Visualizzatore eventi è %%-1. Quando tentate di avviare il servizio VMware Host su Windows (2008 Server nel mio caso) ed il tentativo di avvio non va a buon fine ci sono varie possibilità per le quali il servizio non parta. Nel caso in cui l’errore nel visualizzatore eventi abbia l’evidentissimo codice %%-1, la prima cosa che potete provare è quella di ripristinare il file datastores.xml dalla cartella C:\Utenti\All users\Application Data\VMware\hostd (sostituendo Utenti con Users o Documents and Settings,  All users con Public e Application Data con AppData).

Un esempio del file datastores.xml è il seguente:

<ConfigRoot>
<LocalDatastores>
<_length>1</_length>
<_type>hostd.host.LocalDatastoreEntry[]</_type>
<e id=”0″>
<_type>hostd.host.LocalDatastoreEntry</_type>
<id>1</id>
<name>standard</name>
<path>C:\VMware\</path>
</e>
</LocalDatastores>
<NasVolumes>
<_length>0</_length>
<_type>hostd.host.NasDatastoreEntry[]</_type>
</NasVolumes>
</ConfigRoot>

basta sostituire i percorsi con i percorsi reali ed avviare nuovamente il servizio VMware Host assieme agli altri servizi eventualmente stoppati.

 

Installare VirtualBox su CentOS 6

La politica di VMWare ha purtroppo escluso dall’ambiente server delle soluzioni valide per la virtualizzazione. L’affidabilissimo e stabilissimo VMWare Server non è più supportato dai recenti sistemi operativi, per cui ho deciso di passare alla soluzione di Oracle che, nonostante sia più macchinosa per l’installazione e la configurazione (è pur sempre un ambiente nuovo) rappresenta comunque una soluzione concreta e affidabile.
La procedura di installazione su CentOS 6 è la seguente:
innanzitutto è necessario installare dei requisiti
yum install -y libXmu kernel-headers gcc dkms kernel-devel
dopodichè è possibile scaricare ed installare con rpm l’installazione di VirtualBox 4 oppure è possibile aggiungere il repository e lasciare che sia il sistema yum a fare il lavoro sporco 🙂
Per aggiungere il repository posizioniamoci nella cartella corretta:
cd /etc/yum.repos.d/
e scarichiamo i riferimenti:
wget http://download.virtualbox.org/virtualbox/rpm/rhel/virtualbox.repo
infine procediamo all’aggiornamento dei pacchetti disponibili ed all’installazione:
yum update
yum install VirtualBox-4.2

Il pacchetto VirtualBox-4.2 scarica anche l’extension pack, ma nel mio caso non era attivo (il comando VBoxHeadless non avviava correttamente l’output RDP).
Per installare l’extension pack eseguire il seguente compando:
VBoxManage extpack install Oracle_VM_VirtualBox_Extension_Pack-4.1.6-74713.vbox-extpack
Qualora mancasse qualche requisito, la compilazione del driver di rete non andrà a buon fine. Una volta visto l’errore ed installato l’occorrente basta eseguire il comando:
/etc/init.d/vboxdrv setup

Scaricare tutte le macchine virtuali per VMWare con i S.O. preinstallati

A volte è utile testare un software su una macchina linux velocemente, oppure disporre di una macchina virtuale per diagnostica di rete. In questo caso, piuttosto che scaricare il sistema operativo ed eseguire la procedura di installazione è possibile scaricare una macchina virtuale – già configurata – dal sito web:

http://www.thoughtpolice.co.uk/vmware/

 

L’interfaccia di rete non è rilevata dalle macchine virtuali con Windows 7 su VMWare Player 3

Qualora si provasse ad installare Windows 7 come macchina virtuale utilizzando VMWare Player, la (o le) interfacce di rete presenti nella macchina host potrebbero non essere riconosciute. Per verificare questo problema basta andare su Gestione Dispositivi e vedere l’hardware non installato.
Per risolvere il problema è sufficiente aprire il file .vmx con le definizioni della macchina virtuale, ed aggiungere la seguente riga:

ethernet0.virtualDev = “e1000”

in questo modo l’interfaccia di rete viene installata con il driver per ‘Intel(R) PRO/1000 MT Network Connection’.